335 5746368
Check your rankings 24 x 7 in your SEO client FREE SEO SCAN

Dal libro “Dall’Inferno a Metropolis” Giuseppe Laterza Editori 1997

Autore Ezio Freni
//www.provaweb.com/wp-content/uploads/2021/07/73324963_2629037987157889_1005918633924231168_n.jpg

.... subito dopo la guerra il lavoro nel nostro paese, Monopoli, in provincia di Bari, era un privilegio per pochi, e la stazione ferroviaria cominciava ad affollarsi di giovani e anche uomini maturi, gia sposati con figli, che partivano per andare a cercare lavoro all’estero o in “alta Italia”.

 Tutti partivano con il sogno del benessere ma con la disperazione negli occhi per nulla affievolita dagli immensi abbracci e baci di madri e mogli che superando la timidezza  dell’esser donne al sud, in quei tempi, ripetevano ossessivamente piangendo disperatamente, raccomandazioni, frasi di addio e di speranza..

 Poi, quando il treno partiva con centinaia di braccia fuori dal finestrino che si agitavano per ancora un saluto, tutti restavano immobili a scrutare il treno ormai sparito oltre il curvone del ponte dei Monaci….

 Dopo cinquant’anni, in quella stazione  suona lo stesso campanellino che annuncia l’arrivo del treno,  quello degli arrivi proveniente da Bari, quello da Lecce e Brindisi indica le partenze e gli addii ....

In maniera diversa e con aspettative migliori anche io dovetti lasciare la mia città per un trasferimento in Lombardia  alla fine degli anni ottanta. La piccola Carlotta sorrideva pensando che andassi a fare il solito viaggio aziendale, o all’estero per lavoro o conferenza.

 Sara, la mia primogenita, aveva gli occhi rossi e gonfi  e mia moglie Geni, fingeva un coraggioso sorriso ma tanto tenue ed incostante che anche a chi non l’avesse conosciuta come me, da tanti anni, sarebbe apparso solo un amorevole tentativo di sdrammatizzare  quel drammatico momento.

 In quel momento stavo andando via dalle cose che più amavo, le mie figlie, mia moglie, le mie cose, ed un sorriso veloce correva verso il mare che faceva da azzurra cornice a tutte le finestre.

 Alzai il viso e respirai profondamente  il profumo della mia casa. 

Dal libro “Dall’Inferno a Metropolis” Giuseppe Laterza Editori 1997

Autore Ezio Freni

 Ezio Freni  fu trasferito a  Brescia alla fine degli anni ottanta a capo del Nord-Est di Banca Generali per poi, promosso a direttore centrale della Banca, a Milano, come capo della pianificazione strategica – commerciale dell’azienda. Fino a quando non fu reclutato da Banca Popolare Commercio e Industria per dirigere una divisione della controllata banca Carime Spa nel 2001 fino a tornare in CornèrBank Italia a Milano nel 2004.